Sequestro da 1 mln di euro al “Re delle finte invalidità”[VIDEO]

Valgono un milione di euro i beni sequestrati ad Antonino Randazzo, 58 anni, sotto processo per una serie di truffe ai danni dell’Inps. Sarebbe stato l’uomo chiave di un’organizzazione che avrebbe fatto conseguire la pensione di invalidità a persone che non ne avevano diritto.

La sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, presieduta da Raffaele Malizia, lo ritiene socialmente pericoloso. I finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo hanno scovato e sequestrato 23 polizze assicurative sulla vita per un controvalore di 830.000, nove rapporti bancari con un saldo attivo di 160.000 mila euro, una macchina di ventimila euro e 62.500 in contanti. C’è troppa sproporzione fra i modesti redditi dichiarati e il tesoretto che possiede.

Randazzo è stato rinviato a giudizio assieme ad altre diciassette persone per traffico di influenze illecite, falsità ideologica, truffa ai danni dello Stato, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e impiego di denaro di provenienza illecita.

L’inchiesta coordinata dai procuratori aggiunti Sergio Demontis e Marzia Sabella, e dai sostituto Francesca Mazzocco e Andrea Fusco ha fatto emergere casi eclatanti. Una donna che risultava cieca, ma che svolgeva tutte la faccende domestiche, compreso ritirare la posta e leggerla; uomini non in grado di deambulare che se ne andavano in giro in macchina o al bar a piedi; un invalido con indennità di accompagnamento che si dilettava in balli di gruppo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.