Tag Archive | "ss 640"

RACALMUTO – Ordine Ingegneri di Agrigento visita la 640


Quaranta iscritti all’Ordine degli Ingegneri della provincia di Agrigento hanno visitato ieri mattina il cantiere del primo lotto della SS 640. In particolare i professionisti agrigentini, molti dei quali giovani, hanno approfondito la costruzione del viadotto Serra Cazzola, già aperto al traffico, ritenuto uno dei ponti più importanti d’Europa per il metodo di realizzazione a spinta sincronizzata. Dopo la visita in cantiere, la delegazione dell’Ordine ha partecipato all’incontro tenuto nella sala convegni del contraente generale “Empedocle”, a Racalmuto.

L’Ing. Calogero Abissi, direttore tecnico di “Empedocle” ha illustrato in generale i lavori della 640, l’importanza dei protocolli antimafia da adottare in tutti i cantieri, e non solo in quelli grandi. E infine ha reso noto i prossimi obiettivi dell’impresa: aprire prima dell’estate il tratto che riguarda il rettilineo di Racalmuto e dello svincolo Caldare. Intervenuto anche l’Ing. Emilio Giordano che ha parlato delle caratteristiche tecniche del viadotto che è stato aperto lo scorso mese di dicembre.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenzaCommenti (0)

SS 640 – Auto contromano sequestrata


I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Agrigento hanno bloccato in tempo un automobilista distratto, un uomo di Favara, che ha imboccato contromano la statale 640 a bordo di una Peugeot 307 station wagon, in direzione Caltanissetta. L’auto è stata sequestrata perché sprovvista di assicurazione e revisione.

Postato in CronacaCommenti (0)

SS 640 – Aperto al traffico un nuovo tratto ammodernato di 4,6 km


L’Anas ha aperto al transito oggi un nuovo tratto completamente ammodernato della lunghezza di 4,6 km sulla strada statale 640 “di porto Empedocle”, dal km 29,600 al km 34,200, compresi lo svincolo “Aquilata” e lo svincolo “Vecchia Dama”, in provincia di Agrigento.

“L’apertura al traffico del nuovo tratto – ha affermato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci – consente sia di viaggiare con maggiore sicurezza, ma anche di abbattere i tempi di percorrenza tra Agrigento e Caltanissetta”.

“L’Anas – ha ricordato Pietro Ciucci – in accordo con tutte le Istituzioni locali, si è assunta l’impegno di realizzare una nuova arteria, moderna nella progettazione, capace di coniugare assieme sicurezza ed eleganza di un manufatto che non offende l’ambiente, anzi in esso si integra. L’intervento è particolarmente complesso, sia per la lunghezza del tracciato, sia per il particolare andamento orografico e altimetrico, sia per la difficoltà del reperimento di ingenti risorse economiche”.

La strada statale 640 ha inizio da Porto Empedocle, attraversa la Valle dei Templi a sud del Comune di Agrigento, e, dopo aver interessato i territori di numerosi comuni delle Province di Agrigento e di Caltanissetta, termina all’innesto con l’autostrada A19, Palermo-Catania.

L’ammodernamento di questa opera è stato diviso in 2 lotti consecutivi. Il 1° lotto ricade nel territorio della provincia di Agrigento e si sviluppa dal km 9,800 al km 44,000 della strada statale 640. Il 2° lotto ricade nel territorio della provincia di Caltanissetta, dal km 44,000 al km 73,000 della strada statale 640.

E’ un intervento infrastrutturale articolato che si caratterizza per una serie di lavorazioni, alcune in corso e altre già completate per un investimento complessivo di quasi 1,5 miliardi di euro (1° lotto 499 milioni di euro + 2° lotto 990 milioni di euro).

Questo enorme lavoro è stato segnato già da importanti tappe, con le aperture al traffico di singoli tratti funzionali del 1° lotto:

  • 10 novembre 2011, per 3 km;
  • 16 aprile 2012, per 9,5 km;
  • 10 maggio 2012, per 4,4 km;
  • 20 giugno 2012, per 3 km;
  • 30 luglio 2012, per 4,2 km;
  • 3 dicembre 2013, per 4,6 km.

Nello stesso periodo sono stati completati e aperti al traffico oltre 30 km di strade complementari.

Delle 31 opere d’arte principali del 1° lotto, 26 sono state già realizzate, comprese le 2 aperte oggi, mentre 5 ricadenti nel primo tratto di 2,6 km oggetto di stralcio, restano ancora da eseguire.

Il tratto oggi aperto al traffico si caratterizza per una sezione stradale larga complessivamente 23,50 metri (2 corsie da 3,75 metri, due per senso di marcia, due banchine laterali da 1,75 metri, due banchine interne da 1,25 metri e uno spartitraffico centrale di 2,50 metri).

Lungo il nuovo tratto stradale sono presenti diverse opere quali il viadotto “Serracazzola 1”, lungo 980 metri, la galleria “Serracazzola”, lunga 110 metri, il viadotto “Serracazzola 2”, lungo 320 metri e il viadotto “Pellegrino”, lungo 780 metri.

“L’importo complessivo del tratto oggi reso disponibile – ha concluso il Presidente dell’Anas – ha richiesto un investimento di circa 50 milioni di euro”.

 

Postato in Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SS 640 – Trasporto eccezionale TBM Caltanissetta


Proseguono i lavori di raddoppio della strada statale 640 “Agrigento – Caltanissetta”. E continua il trasporto eccezionale dei pezzi della mega talpa che scaverà, nel nisseno, la “Galleria Caltanissetta”. Ieri uno dei pezzi più importanti della fresa TBM è arrivato a destinazione dopo più di cinque ore di percorso del carico di 153 tonnellate con un convoglio di circa 14 metri, dal porto di Porto Empedocle a Caltanissetta, in contrada Bigini, dove la Tbm, a partire dall’anno nuovo, inizierà lo scavo dalla canna sinistra, lato Agrigento, e verrà montata sulla sella appositamente predisposta in corrispondenza della paratia d’imbocco. Il montaggio avverrà per mezzo di un carro ponte, già visibile dall’attuale tratto della SS 640, con capacità massima di 340 tonnellate ed un certo numero di gru ausiliarie di minor portata.

La Tbm siciliana è la seconda fresa in Italia per dimensione. Sono 14 le Tbm della Cmc di Ravenna impegnate nei cantieri di tutto il mondo.

La Tbm è di tipo EPB (Hing Performance Earth Pressure Balance) progettata per avere una resa ed una efficienza ottimali ad alte pressioni. Il costruttore, Nfm, è uno dei leader del mercato mondiale con una decennale esperienza nella costruzione di tali macchine. In particolare, la testa fresante è progettata con speciali attrezzi taglienti per lo scavo in argilla. Lo scudo, in particolare, che garantisce la sicurezza in fase di scavo permettendo la rimozione del terreno e la messa in opera del rivestimento, ha un diametro di quindici metri e la lunghezza complessiva del convoglio che entrerà dentro la collina è di circa 115 metri, tiene a precisare l’Ing. Mario Liti, direttore tecnico del cantiere del contraente generale “Empedocle2”, consorzio di imprese tra Cmc di Ravenna, Tecnis e Ccc.

 

Postato in Cronaca, Economia, In evidenzaCommenti (0)

ANAS – Lavori raddoppio Ss 640: prorogata chiusura tratto Racalmuto


Per consentire la prosecuzione dei lavori di adeguamento a quattro corsie della strada statale 640 “di Porto Empedocle”, viene prorogata la chiusura, da domani fino al 28 febbraio 2014, del tratto della strada statale 640 compreso tra il km 24,100 e il km 25,000, a Racalmuto, in provincia di Agrigento. Lo riferisce l’Anas precisando che il traffico viene deviato sulla viabilità alternativa con indicazioni in loco.  All’approssimarsi delle aree di cantiere i veicoli dovranno rispettare il limite di velocità di 60 km/h e il divieto di sorpasso.

Postato in CronacaCommenti (0)

ANAS – Da lunedì 28 ottobre chiusure provvisorie sulla strada statale 640 nei comuni di Porto Empedocle e Agrigento


L’Anas comunica che da lunedì 28 ottobre 2013 saranno predisposte alcune chiusure provvisorie sulla strada statale 640 “di Porto Empedocle” nel tratto compreso tra il km 0,550 e il km 9,400 nel comuni di Porto Empedocle e Agrigento, in provincia di Agrigento.

Il provvedimento, in vigore nei giorni lunedì 28, martedì 29 e giovedì 31 ottobre nella fascia oraria compresa tra le ore 9,00 e le ore 13,00, si rende necessario per consentire il transito di un trasporto eccezionale.

Durante le ore di chiusura il traffico sarà deviato sul percorso alternativo segnalato in loco.

 

Postato in CronacaCommenti (0)

RACALMUTO – Chiuso per due settimane un tratto della Ss 640


L’Anas comunica che dalle ore 10 di mercoledì 16 ottobre e fino alle ore 18 di giovedì 31 ottobre la strada statale 640 “Di Porto Empedocle” sarà chiusa al traffico, in entrambe le direzioni, dal km 24,100 al km 25,000, a Racalmuto, in provincia di Agrigento, con deviazione del traffico sulla viabilità alternativa indicata in loco. All’approssimarsi delle aree di cantiere i veicoli dovranno rispettare il limite di velocità di 60 km/h e il divieto di sorpasso. Il provvedimento si rende necessario per procedere, nell’area interessata, ai lavori di adeguamento a quattro corsie. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida.

Postato in CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – Verifiche sui viadotti da parte dell’Anas


L’Anas comunica che da martedì 20 a venerdì 30 agosto, dalle 7 alle ore 18, sarà chiusa la corsia di marcia della strada statale 640 “Di Porto Empedocle”, dal km 2,600 al km 8,600, sui viadotti “Maddalusa”, “Ipsas I Ipsas II, Ipsas III”, in provincia di Agrigento. Il provvedimento si rende necessario per effettuare alcune verifiche sui viadotti, propedeutiche all’avvio dei cantieri di ammodernamento della sede stradale. All’approssimarsi delle aree di cantiere i veicoli dovranno rispettare il divieto di sorpasso e il limite di velocità di 30 km/h.

Postato in Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

RACALMUTO – Cmc in Sicilia: legalità, formazione e sicurezza all’Empedocle


E’ iniziato ieri nella sede di “Empedocle”, in contrada Vecchia Nina, a Racalmuto, il corso di aggiornamento di quaranta ore per coordinatore della Sicurezza, organizzato dal Collegio dei Geometri di Agrigento, in collaborazione con la società “Empedocle” (Cmc di Ravenna) e la “Sintel Engineering”. Undici giorni di approfondimento sui temi della sicurezza e dell’igiene sui luoghi di lavoro, sulle normative contrattuali e sui rapporti tra lavoratori e imprese. Relazioneranno esperti del settore, tra cui l’Ingegner Fausto Cioci, coordinatore Sicurezza in fase di esecuzione della SS 640, il giurista Paolo Adamo, l’architetto Salvatore Galiano, il medico del lavoro Antonio Caramanno, il funzionario dell’Ispettorato del Lavoro di Agrigento Giuseppe Calè. Una trentina gli iscritti che alla fine del corso realizzeranno un test finalizzato a verificare le competenze cognitive. Vincenzo Bellavia, presidente del Collegio dei Geometri e Costanzo Di Gioa, responsabile dei lavori di ammodernamento della “Agrigento-Caltanissetta”, hanno aperto i Corsi con interventi sull’importanza di questi incontri e l’attenzione degli organizzatori per i temi della sicurezza e della legalità, come ha sempre tenuto a precisare il project manager Ingegner Pierfrancesco Paglini che intanto segue i lavori in corso sia nel primo che nel secondo lotto della nuova 640.

Postato in Cronaca, Cultura, EventiCommenti (0)

Fondi per la Siracusa-Gela e per la Agrigento-Caltanissetta


La Giunta regionale ha approvato l’attribuzione delle risorse della linea di intervento 1.1.2 del PO FESR che consentirà la ripartizione delle risorse tra la Agrigento-Caltanissetta e la Siracusa-Gela. Rispettivamente, si tratta di 202 milioni PO FESR per la Agrigento-Caltanissetta primo lotto e 122 milioni per la Siracusa-Gela. Nel primo caso si tratta di 202 su 499, nel secondo caso 122 su 360. 

Gli interventi sono integralmente coperti finanziariamente; l’atto di giunta consentirà la riprogrammazione della Apq strade e l’immediata emanazione dei decreti di finanziamento. Per l’Agrigento-Caltanissetta, questi fondi rappresenteranno una boccata di ossigeno per il trasferimento di risorse che si potrà realizzare nei confronti dell’Anas, e per quanto riguarda la Siracusa-Gela consentirà al Cas di andare in appalto entro la fine del mese di giugno.

“Non si perderà un euro nè di fondi europei nè di fondi sviluppo e coesione, ma si potrà dare definitivamente avvio del completamento di importanti arterie che consentiranno un collegamento migliore che oltre a proiettare l’area sud della Sicilia sulla A19, consentiranno di viaggiare in sicurezza in quella tratta di strada che tante vittime ha mietuto”, si legge in una nota.

Postato in CronacaCommenti (0)

ULTIME NOTIZIE