Tag Archive | "ss 640"

CALTANISSETTA – Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria Caltanissetta


E’ stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria «Caltanissetta» sul secondo lotto della strada statale 640 «Degli Scrittori», tra Agrigento e l’autostrada A19 «Palermo-Catania». I numeri dei lavori in corso: quasi 4.000 metri per ogni canna, 15 metri di diametro, 178 metri quadrati di sezione, 545 giorni di scavo, 210 milioni di euro di investimento Anas.
L’intervento, per un investimento complessivo pari a 1,5 miliardi di euro, prevede la realizzazione di una nuova piattaforma stradale a carreggiate separate, ciascuna costituita da due corsie di 3,75 metri, una banchina esterna da 1,75 metri e una banchina interna da 1,25 metri, per una sezione stradale complessiva di larghezza pari a 23,50 metri. Il primo lotto della statale, da Agrigento a Grottarossa, è stato definitivamente aperto al traffico lo scorso 28 marzo.
Nell’ambito del secondo lotto, i cui lavori sono in corso con ultimazione prevista il prossimo anno, le opere d’arte sono costituite da 6 svincoli, in adeguamento a quelli esistenti, 1 cavalcavia, 7 sottovia scatolari, 14 viadotti, 5 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali.
Per la galleria Caltanissetta è stata utilizzata una fresa Tunnel Boring Machine – battezzata «Barbara» dagli operai del cantiere, in omaggio alla Santa protettrice dei minatori – che è la più grande Tbm mai utilizzata dall’Anas e tra le più grandi e potenti costruite in Europa. I 22 motori elettrici della macchina – ciascuno di potenza pari a 348 kW per una potenza complessiva di 7656 kW – hanno consentito una velocità massima di avanzamento, in fase di scavo, pari a 65 mm al minuto. Una volta scavato dalla testa rotante, il materiale veniva estratto dalla camera di scavo e portato verso la parte posteriore tramite un nastro trasportatore. I tempi di realizzazione dello scavo di entrambe le canne sono stati di 545 giorni effettivi, con una media di scavo effettiva di 14,30 metri al giorno.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

CASTROFILIPPO – Sulla Statale 640 con 10 chili di hashish, arrestato carrozziere palermitano


La sezione antidroga della Squadra Mobile di Agrigento ha arrestato Pietro La Cara, un carrozziere palermitano di 40 anni, per traffico di stupefacenti. L’uomo è stato fermato sulla Statale 640 all’altezza dello svincolo per il Comune di Castrofilippo. A insospettire i poliziotti è stato l’atteggiamento di La Cara che hanno invitato il carrozziere a seguirli in Questura per fare una perquisizione personale dell’auto.

Occultati in un pannello della vettura sono così stati trovati venti panetti di hashish per un totale di circa 10 chili che sul mercato avrebbero fruttato circa 50.000-70.000 euro. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Petrusa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SS 640 – Arriva l’autovelox sulla statale Agrigento-Caltanissetta [VIDEO]


Arriva l’autovelox. E verrà utilizzato per la strada statale 640, la Agrigento-Caltanissetta. Fino ad oggi, tutti i controlli – per eccesso di velocità – fatti dalla polizia Stradale di Agrigento sono stati realizzati con il telelaser. Verifiche, con questo genere di apparecchiatura, che hanno riguardato esclusivamente la statale 115, da Licata a Sciacca e la 189, la Agrigento-Palermo. Zero, fino ad ieri, i controlli – circa il rispetto dei limiti di velocità imposti – sulla Agrigento-Caltanissetta. E questo perché fino a qualche settimana addietro, la statale è stata, per via dei lavori di raddoppio, un cantiere a cielo aperto. E dunque i limiti di velocità – bassissimi – erano legati proprio al fatto che la strada fosse un cantiere.

Adesso, però, che la statale è raddoppiata si potrà cercare di controllare i limiti di velocità. E per farlo la polizia Stradale di Agrigento, che è coordinata dal vice questore aggiunto Andrea Morreale, chiederà che gli venga assegnato un autovelox.

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Aperta la Strada degli scrittori [VIDEO][FOTO]


Anas ha aperto al traffico l’ultimo tratto che rende interamente fruibili 31,2 km della statale 640, la “Strada degli scrittori”. Il tracciato è compreso tra Agrigento e Grottarossa, al confine con la provincia di Caltanissetta, e precede il secondo lotto dei lavori di ammodernamento della statale, in corso di realizzazione.

L’opera, finanziata anche con i fondi europei, ha comportato un investimento di 535 milioni di euro e rientra nel Grande Progetto di ammodernamento della statale 640, che prevede il raddoppio della carreggiata fino all’innesto con l’autostrada A19 Palermo-Catania. L’investimento complessivo supera 1,5 miliardi di euro.

All’inaugurazione anche il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. “Il secondo pezzo (da Canicattì a Caltanissetta, ndr) aprirà entro il marzo del 2019. Questa nuova opera permetterà ai camion e alle famiglie di viaggiare meglio”, ha detto il ministro.

Nell’occasione è stato presentato il programma di valorizzazione della “Strada degli scrittori” promosso dal Consorzio distretto turistico Valle dei Templi e sostenuto da Anas, anche con la predisposizione di apposita cartellonistica turistica.

Un primo cartello, già posizionato nei pressi della località “San Pietro” del comune di Agrigento, preannuncia agli automobilisti l’ingresso in una strada che unisce cultura e turismo percorrendo i luoghi di Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello, Pier Maria Rosso di San Secondo, da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e Agrigento fino a Caltanissetta.

Tutti gli svincoli interessati saranno dotati di segnali stradali turistici per individuare le tappe fondamentali del percorso della “Strada degli scrittori”. Il pubblico ha a disposizione da oggi il sito web www.stradadegliscrittori.it per approfondire e programmare il viaggio attraverso i luoghi vissuti e amati dagli scrittori e quelli descritti nei romanzi.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Raddoppio SS 640, martedi si inaugura il primo lotto [Vd Tg]


Dopo 8 anni  dall’avvio dei lavori di raddoppio, martedi, alle 10.30, si inaugura il primo lotto della statale 640, la strada degli “scrittori”. Si tratta della porzione di statale che va da Agrigento fino a contrada Grottarossa. Saranno presenti i ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti e degli Affari Esteri, rispettivamente Graziano Delrio ed Angelino Alfano. Ad accoglierli, il prefetto  di Agrigento, Nicola Diomede. Ma anche il Presidente della Regione Rosario Crocetta, il presidente dell’Anas Spa Vittorio Armani ed il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. Durante l’incontro, in direzione Caltanissetta, in corrispondenza  della rotatoria San Pietro – verrà effettuato un collegamento in diretta video per l’apertura al traffico del nuovo tratto di strada.

Gli operai stanno lavorando senza alcuna sosta anche di notte. E’ corsa contro il tempo  per ultimare i lavori di raddoppio della statale 640, tutto deve essere pronto, tutto interamente percorribile  su carreggiate raddoppiate , entro l’alba di martedi. Il tratto  dove i lavori di raddoppio sembrano essere un pò più indietro è quello all’altezza di contrada Noce, in territorio di Racalmuto. Ma l’Anas non ha dubbi. tutto il primo lotto verrà restituito alla circolazione stradale.  Era il 9 marzo del 2009 quando in territorio di Racalmuto, durante una cerimonia delle grandi occasioni, veniva posata la prima pietra . Allora, erano presenti i ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Giustizia, rispettivamente Altero Matteoli ed Angelino Alfano, nonchè l’allora presidente della Regione, Raffaele Lombardo. “Con questo intervento  – disse l’allora Ministro Matteoli – si mette in sicurezza una delle arterie stradali più pericolose”.

E alla vigilia dell’inaugurazione della nuova ss 640 e del taglio del nastro il Sindacato Cgil con il suo segretario provinciale, Massimo Raso striglia il Governo. “Non abbiamo davvero nulla da festeggiare . E vorremmo capire se il Governo abbia compreso in che condizioni vive questa provincia”. E scrive ancora Raso:”L’ultima volta  che il Governo era venuto nella nostra città, è stato per presentare , davanti al tempio della Concordia , il “patto per la Sicilia”: 1249 progetti, 127 dei quali per la nostra provincia, circa 6 milairdi di opere di cui circa 222 milioni per la nostra provincia. Nella nostra provincia ad oggi zero.  Su tutto questo noi non ci rassegniamo e manterremo ferma la nostra attenzione e sollecitazione”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

RACALMUTO – Incidente ss 640: peggiora il bambino ferito


Il tragico incidente stradale di domenica pomeriggio sulla strada da Racalmuto per Canicattì. Ieri è stata restituita ai familiari la salma di Elena Giardina, la 38enne sposata e mamma di una bimba. Uno dei 5 feriti – il bambino di 11 anni – è stato trasferito dal “Barone Lombardo” di Canicattì, all’ospedale di Messina. Ha un brutto trauma cranico ed i medici del nosocomio canicattinese hanno preferito spostarlo in una struttura sanitaria meglio attrezzata. Gli altri quattro : mamma, papà ed i due figli di 7  e 4 anni – sono rimasti invece ricoverati.  Hanno delle brutte fratture e dei traumi. Nessuno di loro che erano sulla Renault Megane – è però, per fortuna, in pericolo di vita. Ieri, è stata , intanto – su disposizione del sostituto procuratore di turno Simona Faga, che sta coordinando il fascicolo di inchiesta, restituita alla disperazione della famiglia, la salma di Elena Giardina. La 38 enne di Canicattì non ce l’ha fatta. A causa delle ferite e dei traumi riportati nell’incidente che si è verificato domenica pomeriggio, lungo il vecchio tratto della statale 640 quasi all’altezza di Tenuta Roveto, la donna sposata e mamma di una bambina, è deceduta ancor prima di giungere in elisoccorso all’ospedale “ Sant’Elia” di Caltanissetta. Nelle prossime ore, la famiglia che ieri stava organizzando i funerali, le darà l’addio. Il fascicolo di inchiesta, avviato dalla Procura della Repubblica di Agrigento, per l’ipotesi di reato di omicidio colposo, resta aperto a carico di ignoti. I poliziotti della Polstrada intervenuti sul posto, da una prima ricostruzione sembrerebbero essere certi che una delle due vetture coinvolte abbia, aqll’improvviso invaso l’altra carreggiata.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, RACALMUTOCommenti (0)

RACALMUTO – Scontro tra auto lungo la vecchia 640: morta 38 enne


E’ arrivata priva di vita, all’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta, la trentottenne di Canicattì: Elena Giardina. La donna è rimasta vittima del gravissimo incidente stradale lungo il vecchio tracciato della statale 640, la Agrigento-Caltanissetta. L’impatto si è verificato fra Racalmuto e Canicattì, all’altezza della “Tenuta Roveto”.  

A scontrarsi, per cause ancora in corso di ricostruzione da parte della polizia Stradale del distaccamento di Canicattì, sono state due autovetture: una Ford Fiesta ed una Renault Megane. La Ford Fiesta, guidata dalla donna, è stata sventrata – a causa dell’impatto – lungo tutta la fiancata passeggero. 

Elena Giardina, sposata e madre di un figlio era commessa in un negozio del centro commerciale Le Vigne, aveva appena finito il turno di lavoro e stava tornando a casa. Ci sono anche 4 feriti, gli occupanti l’altra autovettura, una Renault Megane, guidata da un altro canicattinese D.C.,49 enne, che viaggiava in compagnia della sua famiglia Ricoverati all’ospedale Barone Lombardo di Canicattì, sono state diagnosticate  varie lesioni, ma nessuno verserebbe in pericolo di vita.

Sull’incidente è stata aperta un’indagine , con il coordinamento della Procura di Agrigento, e i mezzi sono stati posti sotto sequestro.  Unica certezza al momento è che nella zona imperversava la pioggia e l’asfalto era scivoloso.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, RACALMUTOCommenti (0)

SS 640 – Nuccia Palermo (Sicilia Futura) interviene in merito alla problematica sulla segnaletica equivoca


La vice segretaria provinciale di Sicilia Futura di Agrigento, Nuccia Palermo, segnala la condizione di estrema confusione, e di gravi disagi, che incombono sul crocevia della nuova statale 640 a ridosso di Agrigento, tra le contrade Petrusa e Consolida, dove la segnaletica non adeguata, e le deviazioni scriteriate, provocano ritardi ed errori di percorso, soprattutto, e ciò è ancora più grave, in direzione dell’ ospedale di Agrigento. Nuccia Palermo afferma : “Siamo consapevoli della competenza strettamente legata all’Anas ma ci preme sottolineare come sia fondamentale da parte dei Sindaci dei Comuni interessati, nello specifico Agrigento e Favara, intervenire e sollecitare l’ente competente al fine di risolvere il disservizio fino ad oggi presente. E’ inaccettabile che un pendolare o un agrigentino sia tradito da una segnaletica equivoca che ti induce ad allungare il tragitto di circa 12 chilometri. Nel frattempo, sarà nostra premura interrogare i vertici dell’Anas per conoscere le reali tempistiche entro le quali i primi 34 chilometri della statale 640 saranno realmente riaperti al traffico”.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

RACALMUTO – SS640, sbloccati 7 chilometri in contrada Zaccanello


Rispettato il calendario dei lavori lungo la statale 640 Agrigento – Caltanissetta. Adesso, come annunciato entro il 31 dicembre, è stato restituito al transito, in doppio senso di marcia, il tratto a ridosso di Racalmuto, in contrada Zaccanello, dal chilometro 10 al chilometro 17. Il senso unico alternato di marcia, regolato dai semafori, ha provocato nel corso delle settimane precedenti gravi difficoltà e ritardi alla circolazione. Al più presto, secondo le previsioni Anas, sarà restituito al transito il tratto della statale 640 dal viadotto Rocca Daniele, nei pressi dello svincolo per Favara ed Aragona Caldare, fino ad Agrigento contrada Petrusa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, RACALMUTOCommenti (0)

SS 640 – Slitta l’apertura: entro il 31 dicembre l’Anas non ce la fa


Slittano i tempi per l’apertura al traffico della nuova statale 640. L’inaugurazione della strada a quattro corsie, due per senso di marcia più una di sosta, in territorio di Agrigento dal chilometro 9,880, il punto da dove praticamente avrà inizio la nuova statale per Caltanissetta, era prevista entro il 31 dicembre considerata l’assenza di ostacoli, cosi come avevano precisato dall’Anas regionale.

Stando ad una comunicato dell’Anas emesso il 6 ottobre scorso, il ripristino della viabilità doveva avvenire nella giornata del 12 dicembre ovvero l’altro ieri. In questo caso, per il ripristino della viabilità senza più disagi causati dalle deviazioni, bisognerà attendere qualche altra settimana. Secondo l’ufficio stampa dell’Anas regionale, tra Natale e Capodanno la circolazione in questo tratto della nuova 640 dovrebbe, finalmente, tornare normale. Da oltre due mesi il traffico è deviato sulla provinciale 3 per Favara e sulle statali 122 e 189.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98