Tag Archive | "ss 640"

AGRIGENTO – Giro di prostitute dell’est in un locale , romeno indagato


La Procura della Repubblica di Agrigento ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini a Iancu Ianus, il romeno sfuggito al processo scaturito dall’operazione “Velvet” su un presunto giro di prostituzione che coinvolse numerose persone più di 10 anni fa.

L’operazione prese il nome da un locale, appunto il “Velvet” che si trovava sulla S.S. 640 dove, secondo l’accusa, gli imputati dell’epoca, avrebbero gestito un traffico di prostitute provenienti dall’Europa dell’Est e portò all’arresto di 11 persone persone e ad altrettanti soggetti indagati a piede libero.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SS 640 – Aperto viadotto “Saetta” lungo la Agrigento-Caltanissetta


Si “accorcia” ulteriormente la distanza tra Agrigento e Caltanissetta e lo svincolo per l’autostrada Palermo-Catania: questa mattina, è stato infatti inaugurato un altro lotto della statale 640 (adesso chiamata Strada degli scrittori), opera imponente – con un costo complessivo di 1miliardo 382milioni di euro – avviata nel 2009 e che dovrebbe essere completata entro la fine del prossimo anno (almeno così viene assicurato dall’Anas, committente dell’opera).

In contrada Giulfo è stato aperto il nuovo viadotto intitolato al giudice Antonino Saetta: si tratta di altri 8,5 km che si aggiungono ai 34 inaugurati ufficialmente nel marzo scorso dalla rotatoria San Pietro di Agrigento a contrada Grottarossa, in territorio di Canicattì. Il nuovo tratto raddoppiato raggiunge contrada Favarella, alle porte dello svincolo per San Cataldo. La cerimonia si è svolta in località Giulfo, dove la sera di 29 anni addietro come oggi, un commando di killer nisseni e agrigentini, uccise il giudice Antonino Saetta e il figlio Stefano che stavano facendo ritorno a Palermo, su mandato dei vertici corleonesi di Cosa Nostra capeggiati da Totò Riina.

E’ stata la signora Gina Pantano, vedova del giudice Saetta, a scoprire un’installazione dedicata al magistrato. Alla manifestazione sono intervenuti oltre ai familiari del magistrato, c’erano i figli Gabriella e Roberto Saetta, le massime autorità ed istituzioni provinciali. Sono intervenuti il prefetto nisseno Maria Teresa Cucinotta, Maria Giovanna Romeo, presidente vicario della Corte di Appello di Caltanissetta, Sergio Lari, procuratore generale a Caltanissetta, Fernando Asaro, presidente della sezione distrettuale dell’Anm, Gioacchino Natoli, capo dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia e il consigliere di amministrazione di Anas, Francesca Moraci. 

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

VIABILITA’ – Statale Agrigento-Caltanissetta, apertura di un nuovo tratto lungo 9 km il 25 settembre


Il 25 settembre aprirà un altro tratto, lungo 9 chilometri, della nuova strada statale 640 Porto Empedocle-Caltanissetta.

Da quella data sarà percorribile il tratto compreso tra le contrade Grottarossa e Favarella, a cavallo delle province di Agrigento e Caltanissetta.

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

AGRIGENTO – Sarà messo in sicurezza il ponte sulla SP 80 che sovrasta la SS 640


Sarà messo in sicurezza il ponte che collega via Papa Luciani con la SP n. 80 Baiata-Favara, sovrastante la SS 640 nei pressi della rotatoria all’inizio del tratto ammodernato. In seguito all’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno rimosso alcuni calcinacci caduti dal ponte, il Settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio di Agrigento provvederà in tempi brevi a collocare una rete di protezione al di sotto della campata per evitare l’eventuale caduta di materiale sulla carreggiata della SS 640.

Del tutto infondato, peraltro, l’allarmismo creato da alcuni automobilisti sulla presunta instabilità della campata, per la quale comunque erano stati già previsti interventi di manutenzione ordinaria (sui giunti e sugli intonaci di copertura della campata e dei piloni), che saranno possibili solo se la Regione assegnerà risorse sufficienti ad effettuarli, vista la grave situazione finanziaria dell’ex Provincia.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria Caltanissetta


E’ stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria «Caltanissetta» sul secondo lotto della strada statale 640 «Degli Scrittori», tra Agrigento e l’autostrada A19 «Palermo-Catania». I numeri dei lavori in corso: quasi 4.000 metri per ogni canna, 15 metri di diametro, 178 metri quadrati di sezione, 545 giorni di scavo, 210 milioni di euro di investimento Anas.
L’intervento, per un investimento complessivo pari a 1,5 miliardi di euro, prevede la realizzazione di una nuova piattaforma stradale a carreggiate separate, ciascuna costituita da due corsie di 3,75 metri, una banchina esterna da 1,75 metri e una banchina interna da 1,25 metri, per una sezione stradale complessiva di larghezza pari a 23,50 metri. Il primo lotto della statale, da Agrigento a Grottarossa, è stato definitivamente aperto al traffico lo scorso 28 marzo.
Nell’ambito del secondo lotto, i cui lavori sono in corso con ultimazione prevista il prossimo anno, le opere d’arte sono costituite da 6 svincoli, in adeguamento a quelli esistenti, 1 cavalcavia, 7 sottovia scatolari, 14 viadotti, 5 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali.
Per la galleria Caltanissetta è stata utilizzata una fresa Tunnel Boring Machine – battezzata «Barbara» dagli operai del cantiere, in omaggio alla Santa protettrice dei minatori – che è la più grande Tbm mai utilizzata dall’Anas e tra le più grandi e potenti costruite in Europa. I 22 motori elettrici della macchina – ciascuno di potenza pari a 348 kW per una potenza complessiva di 7656 kW – hanno consentito una velocità massima di avanzamento, in fase di scavo, pari a 65 mm al minuto. Una volta scavato dalla testa rotante, il materiale veniva estratto dalla camera di scavo e portato verso la parte posteriore tramite un nastro trasportatore. I tempi di realizzazione dello scavo di entrambe le canne sono stati di 545 giorni effettivi, con una media di scavo effettiva di 14,30 metri al giorno.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

CASTROFILIPPO – Sulla Statale 640 con 10 chili di hashish, arrestato carrozziere palermitano


La sezione antidroga della Squadra Mobile di Agrigento ha arrestato Pietro La Cara, un carrozziere palermitano di 40 anni, per traffico di stupefacenti. L’uomo è stato fermato sulla Statale 640 all’altezza dello svincolo per il Comune di Castrofilippo. A insospettire i poliziotti è stato l’atteggiamento di La Cara che hanno invitato il carrozziere a seguirli in Questura per fare una perquisizione personale dell’auto.

Occultati in un pannello della vettura sono così stati trovati venti panetti di hashish per un totale di circa 10 chili che sul mercato avrebbero fruttato circa 50.000-70.000 euro. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Petrusa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SS 640 – Arriva l’autovelox sulla statale Agrigento-Caltanissetta [VIDEO]


Arriva l’autovelox. E verrà utilizzato per la strada statale 640, la Agrigento-Caltanissetta. Fino ad oggi, tutti i controlli – per eccesso di velocità – fatti dalla polizia Stradale di Agrigento sono stati realizzati con il telelaser. Verifiche, con questo genere di apparecchiatura, che hanno riguardato esclusivamente la statale 115, da Licata a Sciacca e la 189, la Agrigento-Palermo. Zero, fino ad ieri, i controlli – circa il rispetto dei limiti di velocità imposti – sulla Agrigento-Caltanissetta. E questo perché fino a qualche settimana addietro, la statale è stata, per via dei lavori di raddoppio, un cantiere a cielo aperto. E dunque i limiti di velocità – bassissimi – erano legati proprio al fatto che la strada fosse un cantiere.

Adesso, però, che la statale è raddoppiata si potrà cercare di controllare i limiti di velocità. E per farlo la polizia Stradale di Agrigento, che è coordinata dal vice questore aggiunto Andrea Morreale, chiederà che gli venga assegnato un autovelox.

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Aperta la Strada degli scrittori [VIDEO][FOTO]


Anas ha aperto al traffico l’ultimo tratto che rende interamente fruibili 31,2 km della statale 640, la “Strada degli scrittori”. Il tracciato è compreso tra Agrigento e Grottarossa, al confine con la provincia di Caltanissetta, e precede il secondo lotto dei lavori di ammodernamento della statale, in corso di realizzazione.

L’opera, finanziata anche con i fondi europei, ha comportato un investimento di 535 milioni di euro e rientra nel Grande Progetto di ammodernamento della statale 640, che prevede il raddoppio della carreggiata fino all’innesto con l’autostrada A19 Palermo-Catania. L’investimento complessivo supera 1,5 miliardi di euro.

All’inaugurazione anche il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio. “Il secondo pezzo (da Canicattì a Caltanissetta, ndr) aprirà entro il marzo del 2019. Questa nuova opera permetterà ai camion e alle famiglie di viaggiare meglio”, ha detto il ministro.

Nell’occasione è stato presentato il programma di valorizzazione della “Strada degli scrittori” promosso dal Consorzio distretto turistico Valle dei Templi e sostenuto da Anas, anche con la predisposizione di apposita cartellonistica turistica.

Un primo cartello, già posizionato nei pressi della località “San Pietro” del comune di Agrigento, preannuncia agli automobilisti l’ingresso in una strada che unisce cultura e turismo percorrendo i luoghi di Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello, Pier Maria Rosso di San Secondo, da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e Agrigento fino a Caltanissetta.

Tutti gli svincoli interessati saranno dotati di segnali stradali turistici per individuare le tappe fondamentali del percorso della “Strada degli scrittori”. Il pubblico ha a disposizione da oggi il sito web www.stradadegliscrittori.it per approfondire e programmare il viaggio attraverso i luoghi vissuti e amati dagli scrittori e quelli descritti nei romanzi.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Raddoppio SS 640, martedi si inaugura il primo lotto [Vd Tg]


Dopo 8 anni  dall’avvio dei lavori di raddoppio, martedi, alle 10.30, si inaugura il primo lotto della statale 640, la strada degli “scrittori”. Si tratta della porzione di statale che va da Agrigento fino a contrada Grottarossa. Saranno presenti i ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti e degli Affari Esteri, rispettivamente Graziano Delrio ed Angelino Alfano. Ad accoglierli, il prefetto  di Agrigento, Nicola Diomede. Ma anche il Presidente della Regione Rosario Crocetta, il presidente dell’Anas Spa Vittorio Armani ed il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto. Durante l’incontro, in direzione Caltanissetta, in corrispondenza  della rotatoria San Pietro – verrà effettuato un collegamento in diretta video per l’apertura al traffico del nuovo tratto di strada.

Gli operai stanno lavorando senza alcuna sosta anche di notte. E’ corsa contro il tempo  per ultimare i lavori di raddoppio della statale 640, tutto deve essere pronto, tutto interamente percorribile  su carreggiate raddoppiate , entro l’alba di martedi. Il tratto  dove i lavori di raddoppio sembrano essere un pò più indietro è quello all’altezza di contrada Noce, in territorio di Racalmuto. Ma l’Anas non ha dubbi. tutto il primo lotto verrà restituito alla circolazione stradale.  Era il 9 marzo del 2009 quando in territorio di Racalmuto, durante una cerimonia delle grandi occasioni, veniva posata la prima pietra . Allora, erano presenti i ministri delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Giustizia, rispettivamente Altero Matteoli ed Angelino Alfano, nonchè l’allora presidente della Regione, Raffaele Lombardo. “Con questo intervento  – disse l’allora Ministro Matteoli – si mette in sicurezza una delle arterie stradali più pericolose”.

E alla vigilia dell’inaugurazione della nuova ss 640 e del taglio del nastro il Sindacato Cgil con il suo segretario provinciale, Massimo Raso striglia il Governo. “Non abbiamo davvero nulla da festeggiare . E vorremmo capire se il Governo abbia compreso in che condizioni vive questa provincia”. E scrive ancora Raso:”L’ultima volta  che il Governo era venuto nella nostra città, è stato per presentare , davanti al tempio della Concordia , il “patto per la Sicilia”: 1249 progetti, 127 dei quali per la nostra provincia, circa 6 milairdi di opere di cui circa 222 milioni per la nostra provincia. Nella nostra provincia ad oggi zero.  Su tutto questo noi non ci rassegniamo e manterremo ferma la nostra attenzione e sollecitazione”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

RACALMUTO – Incidente ss 640: peggiora il bambino ferito


Il tragico incidente stradale di domenica pomeriggio sulla strada da Racalmuto per Canicattì. Ieri è stata restituita ai familiari la salma di Elena Giardina, la 38enne sposata e mamma di una bimba. Uno dei 5 feriti – il bambino di 11 anni – è stato trasferito dal “Barone Lombardo” di Canicattì, all’ospedale di Messina. Ha un brutto trauma cranico ed i medici del nosocomio canicattinese hanno preferito spostarlo in una struttura sanitaria meglio attrezzata. Gli altri quattro : mamma, papà ed i due figli di 7  e 4 anni – sono rimasti invece ricoverati.  Hanno delle brutte fratture e dei traumi. Nessuno di loro che erano sulla Renault Megane – è però, per fortuna, in pericolo di vita. Ieri, è stata , intanto – su disposizione del sostituto procuratore di turno Simona Faga, che sta coordinando il fascicolo di inchiesta, restituita alla disperazione della famiglia, la salma di Elena Giardina. La 38 enne di Canicattì non ce l’ha fatta. A causa delle ferite e dei traumi riportati nell’incidente che si è verificato domenica pomeriggio, lungo il vecchio tratto della statale 640 quasi all’altezza di Tenuta Roveto, la donna sposata e mamma di una bambina, è deceduta ancor prima di giungere in elisoccorso all’ospedale “ Sant’Elia” di Caltanissetta. Nelle prossime ore, la famiglia che ieri stava organizzando i funerali, le darà l’addio. Il fascicolo di inchiesta, avviato dalla Procura della Repubblica di Agrigento, per l’ipotesi di reato di omicidio colposo, resta aperto a carico di ignoti. I poliziotti della Polstrada intervenuti sul posto, da una prima ricostruzione sembrerebbero essere certi che una delle due vetture coinvolte abbia, aqll’improvviso invaso l’altra carreggiata.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, RACALMUTOCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98