CANICATTI’ – C’è l’ex assessore Lo Giudice in aula: Comune blocca la seduta

Il Consiglio comunale di Canicattì, nell’Agrigentino, avrebbe dovuto riunirsi in via straordinaria per festeggiare il centesimo compleanno dell’arciprete monsignor Vincenzo Restivo, ma la seduta è saltata e le forze dell’ordine hanno inviato una relazione di servizio all’autorità giudiziaria, a causa della presenza in aula, tra il pubblico, di alcuni esponenti politici pregiudicati. Tra questi l’ex assessore regionale dell’Udc Vincenzo Lo Giudice, due volte sindaco di Canicattì, condannato per associazione mafiosa nel processo scaturito dall’operazione «Alta mafia» del 29 marzo 2004. Scarcerato all’inizio di luglio, dopo aver scontato la condanna a dieci anni di carcere. Lo Giudice, interdetto dai pubblici uffici con obbligo di dimora a Canicattì per cinque anni, tra le prescrizioni avrebbe anche quelle del divieto di partecipare a manifestazioni pubbliche e di incontrare altri pregiudicati.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.