LICATA – Omicidio Brunetto, richiesto ergastolo per Carità

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, il pubblico ministero, Salvatore Vella, a conclusione della requisitoria, ha chiesto ai giudici della Corte d’Assise di condannare all’ ergastolo Angelo Carità, 60 anni, imprenditore di Licata, arrestato il 20 maggio 2013 perchè accusato di sequestro di persona, omicidio aggravato e occultamento di cadavere in riferimento alla morte dell’ imprenditore di Licata, Giovanni Brunetto , 56 anni, del quale non vi è stata più traccia dal 7 maggio 2013. Il prossimo 20 dicembre interverrà il difensore di Carità, l’ avvocato Nino Gaziano. Il movente dell’ omicidio sarebbe legato a una truffa di 40 mila euro che sarebbe stata perpetrata a danno della vittima.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.