RACALMUTO – Pagliaro e Gagliardo accolgono con entusiasmo il ddl acqua pubblica

I consiglieri comunali del gruppo misto di maggioranza di Racalmuto, Sergio Pagliaro e Carmelisa Gagliardo e la forza politica che li sostiene, accolgono con molto entusiasmo il disegno di legge approvato dall’assemblea regionale siciliana elaborato dalla commissione ambiente , dopo diversi anni di discussione, nella seduta del 11/08/2015, di riportare in mani pubbliche la gestione dell’acqua. Nel 2004 è stata liquidata l’ente acquedotti siciliani (EAS), con la creazione di sicilia acque, in questo decennio di gestione privata  si sono solo registrati notevoli disservizi , inefficienze e bollette elevate. La nuova legge regionale (Legge 11/08/2015/ n. 19) consente ai comuni di provvedere in forma diretta e pubblica del servizio idrico, attraverso la costituzione di sub ambiti composti dai comuni  che fanno parte dello stesso ambito territoriale ottimale (ATO), provvedendo quindi alla gestione del servizio idrico in forma unitaria. La sopra citata legge consente anche ai comuni che hanno concesso le reti idriche e fognarie,entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge, di costituirsi in consorzio per la gestione diretta e pubblica dell’acqua. Dopo l’approvazione della legge si sono tenuti diversi incontri tecnici composti dal Sindaco Emilio Messana la Giunta e la maggioranza con tutte le forze politiche a  sostegno, per discutere quale strada intraprendere,e nell’ultimo incontro il sindaco ha ricevuto mandato di incontrare i sindaci dei comuni che fanno parte del consorzio Tre Sorgenti per discutere l’eventuale fattibilità. In merito alla rilevanza del contenuto della legge,i consiglieri del gruppo misto di maggioranza Pagliaro e Gagliardo e la forza politica che ci sostiene,abbiamo dato massima disponibilità collaborazione e sostegno al sindaco Messana ,dove viene richiesto un impegno adeguato, vista la ristrettezza dei tempi a disposizione .

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.