GROTTE – “Minaccia e maltratta familiari”: divieto di avvicinamento per un artigiano

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento ha disposto per un 35enne artigiano di Grotte l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento alle persone offese poiché – secondo l’accusa – avrebbe maltrattato e minacciato di morte i genitori, la sorella e il cognato.

A notificare il provvedimento sono stati i militari dell’Arma dei Carabinieri della Stazione di Grotte.

L’uomo sarebbe indagato per l’ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia ed estorsione. Secondo l’accusa il 35enne avrebbe – più volte – maltrattato e minacciato i genitori, ai quali avrebbe chiesto del denaro per saldare i propri debiti.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.