PALMA DI MONTECHIARO – Mafia, confiscati 1,5 mln a Gioacchino Cottitto

Confisca definitiva dei beni posti sotto sequestro nei confronti dell’imprenditore originario di Palma di Montechiaro Gioacchino “Franco” Cottitto, 52enne coinvolto nella maxi inchiesta antimafia “Apocalisse” che fece luce su una rete di fiancheggiatori dell’allora boss latitante Giuseppe Falsone.

Passano allo Stato, dunque, beni per un valore di 1.5 milioni di euro: si tratta dell’associazione agricola “La Rotonda dei Pini” (che il pentito Sardino svelò essere un bene di proprietà anche dell’allora latitante Falsone); il 50% di alcune quote societarie e la ditta “Biofrutta srl” oltre che tutti i beni aziendali compreso un fabbricato dal valore di quasi mezzo milione di euro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.