Archive | agosto 8th, 2017

LICATA – Irreperibile da oltre 4 anni. Arrestato un 57enne

I Carabinieri della Stazione di Licata, in esecuzione di Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso  Tribunale di Agrigento, hanno tratto in arresto     Messinese Francesco, il quale deve scontare la pena inflittagli dall’Autorità Giudiziaria poiché condannato per il reato di “Furto con strappo” commesso a Licata nel mese di giugno 2008. In particolare, è stato rintracciato dai Carabinieri all’atto del suo rientro in Italia per un periodo di vacanza, dopo una lunga permanenza all’estero.

L’individuo, espletate le formalità di rito presso la caserma dell’Arma di Licata, è stato associato alla Casa Circondariale di Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SCIACCA – Sorpresi ad appiccare il fuoco, arrestati due piromani

Giornata campale per i vigili del fuoco di Sciacca che oggi, per tutto il pomeriggio, sono stati impegnati a spegnere un incendio che ha devastato Monte Kronio. I vigli hanno anche fermato due presunti piromani, a quanto pare colti nella flagranza, mentre erano intenti ad appiccare nuovi roghi. Si tratta di un uomo di 47 e 72 anni.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

SANTA ELISABETTA – Improvvisa scomparsa dell’ ex Sindaco Domenico Militello

In una nota il Sindaco Mimmo Gueli,  ricorda l’ex sindaco Domenico Militello scomparso stamani…..

Si è  spento stamani all’età di 64 anni Domenico Militello, nostro concittadino, uomo dalle grandi qualità umane e civili, incarnate all’interno  della propria  famiglia.

Già sindaco  di questo paese nel 1993, Domenico Militello è stato dapprima  apprezzato  dipendente comunale di questa amministrazione, poi funzionario direttivo della Camera di Commercio  e Artigianato di Agrigento, dove ha ricoperto  fino a pochi mesi orsono, ruoli apicali di responsabilità, sempre vicino e disponibile con gli operatori e le imprese del territorio.

Uomo di raffinata intelligenza politica, bravo amministratore,  appassionato sportivo, grande amante del calcio e protagonista assoluto di quello dilettantistico giocato, trascinatore e riferimento per tantissimi  anni di diverse generazioni  di giovani sportivi e non solo,  attività che ha saputo coniugare  con una umanità e una personalità davvero rare.

La sua prematura e improvvisa scomparsa lascia il paese sgomento e  privato di uno dei suoi  figli migliori.

Il Sindaco di Santa Elisabetta con la giunta municipale, il Presidente del Consiglio Comunale e i consiglieri tutti  si stringono nel dolore attorno ai familiari.

I funerali saranno celebrati domani mercoledì 9 Agosto alle ore 19:00 presso la chiesa madre di Santa Elisabetta.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica0 Comments

CANICATTI’ – Rubato un chilometro di filo di rame di un elettrodo Enel, residenti al buio

Un altro chilometro di filo di rame di un elettrodotto dell’Enel è stato rubato in contrada Aquilata tra Castrofilippo e Canicattì, in provincia di Agrigento. L’allarme è scattato in ritardo e così i “ladri di oro rosso” sono riusciti a fuggire indisturbati lasciando al buio i residenti della zona e senza alimentazione le pompe per i pozzi che gli agricoltori utilizzano per irrigare le colture.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FAVARA – Saranno esaminate le armi dei Bellavia dai Ris di Messina

Il pm Andrea Maggioni dispone alcuni accertamenti tecnici sulle pistole trovate lo scorso 13 giugno nel corso di un controllo in possesso a due favaresi – Antonio e Calogero Bellavia, zio e nipote di 44 e 27 anni – che sono finiti in carcere con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma clandestina e munizioni e di ricettazione.

I carabinieri della tenenza di Favara e del nucleo operativo e radiomobile di Agrigento, durante un controllo della circolazione stradale, hanno fermato i due favaresi trovati in possesso di una pistola “Smith & Wesson” calibro 38 special con matricola abrasa e con 5 colpi in canna e di un’altra pistola “Taurus” modello “tracker” calibro 357 magnum” con all’interno sette cartucce.

Calogero Bellavia è il vivandiere del boss Gerlandino Messina, il giovane che i carabinieri – su indicazione dei servizi segreti – hanno seguito mentre portava i pasti al capo provinciale di Cosa Nostra nel suo covo di Favara. Pedinandolo, il 23 ottobre del 2010, sono arrivati, a catturare il boss. Calogero e Antonio Bellavia sono figlio e fratello di Carmelo Bellavia, l’uomo ucciso il 26 gennaio del 2015 con sei colpi di pistola al torace ed al fianco in un agguato di evidente stampo mafioso.

Il 14 settembre, alla presenza dei difensori – gli avvocati Maria Alba Nicotra e Salvatore Pennica e di eventuali consulenti tecnici di parte – nel laboratorio del Ris di Messina saranno esaminate le armi a caccia di possibili indizi sull’uso che ne sarebbe stato fatto di recente. 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98