Archive | dicembre 7th, 2017

No alla scarcerazione di Dell’Utri “Comincio sciopero fame e cure”

Il tribunale di sorveglianza di Roma ha respinto la richiesta di sospensione della pena presentata dai legali dell’ex senatore Marcello Dell’Utri che sta scontando una condanna a 7 anni per concorso in associazione mafiosa. I legali avevano motivato la richiesta sulla base delle cattive condizioni di salute del detenuto.

Alla richiesta di sospensione pena si è opposto il pg, Pietro Giordano che, sulla scorta di quanto accertato dai periti del tribunale, ha sostenuto che, nonostante la sua patologia, Dell’Utri potesse restare in cella. L’ex senatore, affetto da patologie cardiache e oncologiche, è detenuto a Rebibbia.

Dopo l’esito negativo, l’ex parlamentare ha annunciato, tramite i suoi legali, lo sciopero della fame e delle cure. “Preso atto della decisione del Tribunale che decide di lasciarmi morire in carcere – ha riferito agli avvocati De Federici e Filippi – ho deciso di farlo di mia volontà adottando da oggi lo sciopero della terapia e del vitto”.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Il Riesame conferma l’arresto per Fabrizio La Gaipa

Ordinanza di custodia cautelare confermata: i giudici del tribunale del riesame rigettano il ricorso dei difensori, gli avvocati Diego Galluzzo e Calogero Petix, che chiedevano l’annullamento del provvedimento, firmato dal gip Stefano Zammuto tre settimane fa, che impone gli arresti domiciliari all’imprenditore Fabrizio La Gaipa, 42 anni, titolare dell’hotel Costazzurra e primo dei non eletti all’Ars col M5s, e il divieto di dimora ad Agrigento per il fratello Salvatore, 46 anni, socio dell’attività.

L’uomo politico e il fratello, in misura minore perchè si occupava marginalmente della gestione del personale, sono accusati di estorsione ai danni dei dipendenti dell’attività ai quali avrebbero estorto una parte consistente dello stipendio che veniva loro formalmente erogato.

Tre di loro lo hanno accusato descrivendo il sistema del “cavallo di ritorno” che prevedeva la restituzione in contanti di oltre un terzo di quanto previsto in busta paga e versato in precedenza con bonifico. Uno di loro ha registrato due conversazioni di nascosto, nelle quali si sente nitidamente Fabrizio La Gaipa e il dipendente – un cuoco di 43 anni, attivista del Movimento come La Gaipa – discutere di termini e modalità della restituzione.

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

SICILIA – Rifiuti, Roma dà la proroga:”Ma fate il piano entro 3 mesi”

Il governo regionale ha strappato al ministro dell’Ambiente, Giampiero Galletti, l’impegno per varare una proroga dei poteri speciali che permetteranno di tenere aperte le discariche siciliane anche oltre il 15 dicembre.

È l’esito di un lunghissimo incontro che il presidente Musumeci e l’assessore Vincenzo Figuccia hanno avuto nel pomeriggio a Roma. Quasi tre ore trascorse al ministero per scongiurare l’emergenza rifiuti durante le vacanze natalizie. L’attuale ordinanza che assegna poteri speciali scadrà infatti il 15 dicembre. Il ministro dovrebbe varare prima di allora un nuovo provvedimento che dovrebbe contenere una proroga di almeno tre mesi, forse anche quattro.

In cambio la Regione si è impegnata a varare una serie di misure che faranno crescere i livelli di raccolta differenziata e ridurranno la quantità di rifiuti da smaltire nelle discariche. Durante tre o quattro mesi di proroga dovrà anche essere varato un nuovo piano rifiuti.

Postato in Cronaca, In evidenza0 Comments

RACALMUTO – Ladri di rame in azione in contrada Pozzo

“Cacciatori” di*”oro rosso” *di nuovo in azione. Ad essere razziata, questa volta, è stata contrada Pozzo nelle campagne di Racalmuto. I malviventi, agendo in maniera indisturbata, hanno arraffato circa 60 metri di cavi di rame della Telecom. A fare la scoperta, naturalmente, sono stati quanti, in zona, hanno il telefono che, all’improvviso, non ha funzionato più.

Subito, sono state fatte le segnalazioni alla Telecom che ha mandato sul posto, in contrada Pozzo, delle *squadre di tecnici*. E per i tecnici è stato semplice ricostruire cosa è effettivamente successo: una banda di malviventi era entrata in azione.

Proprio la Telecom ha formalizzato una denuncia di furto contro ignoti alla stazione dei *carabinieri di Racalmuto*. Militari dell’Arma che, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno immediatamente avviato le indagini..

Postato in Cronaca, RACALMUTO0 Comments

PALERMO – Formazione ed esami truccati, coinvolti ufficiali della Capitaneria. 5 arresti [VIDEO]

Su delega della Procura di Palermo, militari della Capitaneria di Porto e del nucleo di polizia tributaria hanno eseguito misure cautelari nei confronti di 12 indagati, di cui 5 agli arresti domiciliari, 4 raggiunti dal divieto di dimora nel comune di Palermo e 3 dall’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono accusati a vario titolo di corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, rivelazione di segreto d’ufficio e falsi ideologici in atto pubblico. L’inchiesta ha fatto emergere un giro di corruzioni nel rilascio di abilitazioni professionali per il personale marittimo imbarcato su navi mercantili e da crociera: arrestati il responsabile di un centro di formazione palermitano e i membri delle commissioni esaminatrici, responsabili di aver truccato gli esami. Dieci i pubblici ufficiali coinvolti.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, Video0 Comments

SCIACCA – Entro marzo il viadotto “Cansalamone” sarà transitabile

Tra febbraio e marzo del prossimo anno è attesa la restituzione al transito, con senso unico alternato, del viadotto “Cansalamone” a Sciacca, chiuso da più di 5 anni. Entro un anno invece dovrebbe essere ripristinato il doppio senso di marcia. Nel frattempo è fallita la possibilità di una collaborazione tecnica con l’università La Sapienza di Roma, il cui Dipartimento di Geotecnica, che avrebbe dovuto occuparsi degli accertamenti necessari e offrire a disposizione, a nolo, delle attrezzature per il monitoraggio. Pertanto si lavora sul progetto varato dalla precedente amministrazione comunale, con un incarico a privati che riguarda la valutazione delle condizioni statiche e sismiche del viadotto.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Angelino Alfano annuncia di non volersi ricandidare

Ospite di Bruno Vespa a “Porta a porta”, il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, ha annunciato che non si candiderà alle prossime elezioni Politiche e non sarà nemmeno ministro. Alfano ha aggiunto: “Lascio il Parlamento, non la politica”. Nel frattempo il suo partito, Alternativa Popolare, è diviso tra coloro che pressano per un’alleanza stabile e politica con il Partito Democratico, e altri invece che intendono invertire la barra del timone verso il centrodestra, con attenzione particolare verso i progetti di Stefano Parisi, leader di Epi, Energie per l’Italia.

Postato in AGRIGENTO, Dall'Italia, In evidenza, Politica0 Comments

AGRIGENTO – Forza Italia Giovani: “Gravi le inadempienze dell’Amministrazione sulla differenziata”

La coordinatrice provinciale di Agrigento di Forza Italia Giovani, e vice coordinatrice regionale, Lilly Di Nolfo, interviene nel merito dei disservizi ricorrenti ad Agrigento nell’ambito della gestione del servizio di raccolta differenziata.
Lilly Di Nolfo premette che Forza Italia Giovani condivide e approva il recente intervento dei consiglieri comunali di Forza Italia di Agrigento, che hanno stigmatizzato come grave e intollerabile il caos sollevato dalle modalità di gestione del servizio di raccolta differenziata adottate dall’amministrazione comunale.
E la Di Nolfo aggiunge: “Alcune settimane fa, anche noi, come Forza Italia Giovani, abbiamo segnalato le lacune della macchina organizzativa del servizio differenziata. Continuiamo a ritenere che i cittadini non sono stati ben formati e informati, e che la distribuzione dei cestelli, in particolare, ha provocato disagi enormi. La sinergia tra noi giovani di Forza Italia e i Consiglieri comunali, così come le continue sollecitazioni che riceviamo da migliaia di cittadini, ci incoraggiano ancora di più nell’impegno a spenderci per il bene di Agrigento. Capiamo le ragioni dell’Assessore Fontana ma riteniamo che tra i disagi di questi giorni (con vere e proprie discariche a cielo aperto) e il nuovo sistema di raccolta vi sia un fossato troppo ampio. E dentro ci sono tante inadempienze che l’Amministrazione non ha saputo colmare e che adesso spera di farlo con conferenze stampa a senso unico. Forse, ed è il nostro modesto suggerimento, bisognerebbe prevedere per tempo alcuni fenomeni, essere più presenti nel territorio per capire quello che accade ed essere più tempestivi nella soluzione dei disagi che si creano.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Escalation di furti di energia elettrica, 5 arresti in provincia

Tra Ravanusa, Sambuca di Sicilia, Canicattì e Licata i Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento hanno arrestato cinque persone ai domiciliari per furto di energia elettrica. A Ravanusa sono stati arrestati Totò Napoli e Fabio Napoli, di 61 anni e 25 anni, perché avrebbero allacciato abusivamente il loro capannone artigianale alla rete esterna dell’Enel. A Sambuca di Sicilia è stato arrestato Natale Maggio, 36 anni, per allaccio abusivo della propria abitazione. A Canicattì è stato arrestato un romeno di 37 anni, Ghira Sam Ion, per allaccio abusivo della propria abitazione alla rete elettrica pubblica. E a Licata i Carabinieri hanno arrestato Patrizia Damanti, 55 anni, anche lei per lo stesso reato. Ad alcuni dei cinque, dopo la convalida dell’arresto, è stata restituita la libertà.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

ARAGONA – Panetti di hashish, arrestato profugo dal Gambia

La Guardia di Finanza di Agrigento ha arrestato un immigrato dal Gambia richiedente asilo politico, sorpreso al rientro da Palermo ad Aragona, dove è ospite di un centro d’accoglienza, in possesso di 4 panetti di hashish. L’uomo, M L sono le iniziali del nome, 23 anni, è stato perquisito appena fuori dall’autobus di linea. Nel centro d’accoglienza, nel suo posto letto, sono stati scoperti e sequestrati altro hashish, un bilancino di precisione e un coltello per il taglio della droga. L’africano risponderà di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ recluso nel carcere “Petrusa” ad Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK




ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO




STASERA IN TV




Calendario

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031




STATISTICHE

Site Info

TRS98