12 cadaveri recuperati dalla ong in arrivo sull’isola di Lampedusa

Verranno sbarcati a Lampedusa gli 11 cadaveri recuperati, ieri, in area Sar libica, dalla nave ong Geo Barents di Medici senza frontiere. Ad autorizzare lo sbarco delle salme è stato il ministero dell’Interno. Verrà impegnata, in giornata, una motovedetta della guardia costiera di Lampedusa per il trasbordo: la nave è troppo grande per riuscire ad ormeggiare al porto della maggiore isola delle Pelagie.

 Intanto in mattinata un dodicesimo cadavere è stato individuato al velivolo di Sea Watch nella stessa area dove ieri erano stati individuati gli altri 11. Dopo il trasbordo dei cadaveri, la Geo Barents, con a bordo 165 persone, proseguirà per il porto sicuro assegnato di Genova. Gli 11 cadaveri di migranti erano stati avvistati ieri, dopo un naufragio, dall’aereo Seabird di Seawatch e la nave Geo Barents di Medici senza frontiere, che si trovava in zona dopo aver soccorso due imbarcazioni, è stata autorizzata al recupero.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *