AGRIGENTO – Violenza sessuale, ex capo area negozio condannato ad 1 anno e 10 mesi

I giudici della prima sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Alfonso Malato con a latere i giudici Giuseppa Zampino e Alessandro Quattrocchi, hanno disposto la condanna ad un anno e dieci mesi nei confronti di G.A, ex capo-area del negozio Tata del Centro Commerciale di Agrigento, accusato di violenza sessuale su una ex apprendista commessa. Le motivazioni della sentenza saranno rese note entro novanta giorni. L’accusa, sostenuta in aula dal sostituto procuratore Cecilia Baravelli, aveva chiesto la condanna a tre anni e sei mesi di reclusione.

L’ipotesi di reato iniziale – di fatto molestie sessuali – è stata riqualificata in una ben più grave ipotesi di violenza sessuale perché – secondo l’atto di accusa della Procura di Agrigento – l’ex capo “con atti insidiosi e repentini” si sarebbe reso protagonista di pesanti avance nei confronti della dipendente arrivando a palpeggiarla e toccarla durante l’orario di lavoro. La vicenda è delicata e si snoda tra il 2016 ed il 2017 che sarebbe poi il periodo in cui l’apprendista lavorava in negozio.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.