EMERGENZA RIFIUTI – Sindaco Firetto:”Ato affossati da assunzioni clientelari”

L’ emergenza rifiuti in Sicilia e anche la gestione del settore nell’ isola, fallimentare, dispendiosa, clientelare ed inefficiente, come conferma il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, che afferma : “Cattiva gestione degli Ato in Sicilia, troppi dipendenti inutili e assunti per ragioni clientelari di consenso politico. Sull’Isola si è pensato di più ai voti che agli impianti e ai servizi negli ultimi anni. Abbiamo ad oggi 150 netturbini che si occupano della raccolta dei rifiuti, quando ne basterebbero anche quasi la metà. E tutto questo si traduce in tasse per i cittadini, si carica sulle tariffe, non sul bilancio comunale e poi si apre la spirale: la tariffa è alta, i cittadini non pagano, non ci sono servizi. Noi tocchiamo sempre lo stesso tasto, lo abbiamo fatto ridiscutendo il rapporto con il nostro Ato, rimandando indietro una quantità di addetti che non ci competevano sulla base di una convenzione neanche formalizzata, ma in queste ore riceviamo richieste di convocazione in prefettura da parte di organismi sindacali per ragionare su questo. Lo trovo davvero stupefacente. In piena emergenza rifiuti siciliana, che sta un po’ rientrando, si continua comunque a vivere un’emergenza complessiva di tutta l’Isola, che c’è praticamente da sempre, e che riguarda le condizioni degli Ato. In città abbiamo qualcosa come 90 tonnellate di rifiuti arretrati per le strade”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.