Moscatt (Pd): “Le opposizioni vogliono l’abolizione del finanziamento pubblico all’editoria e far morire le emittenti locali”

“Le opposizioni vogliono l’abolizione del finanziamento pubblico
all’editoria e far morire le emittenti locali. In Commissione Affari
europei sono relatore del provvedimento, proposto con urgenza
dall’opposizione, che si prefigge l’abolizione del finanziamento
pubblico all’editoria”. 

Ad affermarlo è il deputato nazionale del Pd Antonino Moscatt, alle
prese – proprio in queste ore – col tema in questione.

“Se il provvedimento dovesse essere approvato le radiotelevisioni
locali, i quotidiani e quanto utile a garantire la pluralità
d’informazione e l’aggregazione sociale e culturale, chiuderebbero i
battenti. In questi mesi mi sono battuto con forza per difendere le
aziende che operano nel settore, ottenendo buoni risultati. Per tali
ragioni ritengo questo provvedimento inutile e dannoso”.

“Sono relatore – spiega Moscatt – e per senso istituzionale dovrò
limitarmi a verificare se esistono incompatibilità con le norme europee,
senza farmi condizionare dai giudizi di merito. Se queste non esistono
dovrò dare il nullaosta. Qualsiasi parere dovrò esprimere, non mi
impedirà – però – dal formulare, in premessa, un giudizio fortemente
negativo. So già che la commissione cultura manifesta stesse paure e
preoccupazioni, ed è anch’essa orientata a dare un parere negativo. Sono
convinto che la materia vada complessivamente riformata, ma non così. In
questo modo non si riforma un settore, lo si uccide e basta, conclude
l’esponente Pd Antonino Moscatt”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.