RIBERA – “Accoltellò connazionale”, resta in carcere il ventiquattrenne

Il giudice del tribunale di Sciacca, Antonio Cucinella, ha convalidato l’arresto ed ha disposto la custodia cautelare in carcere per Ben Hassine Moldi, tunisino di 24 anni, accusato di aver accoltellato un connazionale ad Eboli e poi essere rientrato a Ribera dove abita. 

Il ventiquattrenne era stato arrestato, nei giorni scorsi, dai carabinieri di Santa Cecilia di Eboli e della tenenza di Ribera. L’udienza di convalida si è tenuta ieri, giorno di Ferragosto. Il tunisino, assistito dall’avvocato Giuseppe Tramuta, ha respinto ogni accusa, sostenendo di aver avuto soltanto una colluttazione con il connazionale, ma di non averlo accoltellato. 

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *