LICATA – Resistenza a pubblico ufficiale: condannato infermiere

Nell’estate del 2007 insultò minacciò l’allora commissario della Polizia locale, oggi comandante del Corpo, Giovannella Incorvaia. A distanza di sei anni il responsabile di quel fatto, l’infermiere licatese Angelo Schembri, è stato condannato a 5 mesi di reclusione – pena sospesa – dal giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Sebastiana Zuppardi. L’imputato era chiamato a rispondere del reato di resistenza a pubblico ufficiale.  Il giudice lo ha condannato altresì a risarcire la parte civile.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.