Archive | settembre 27th, 2017

AGRIGENTO – Conferenza stampa del Sindaco Firetto sul “caso Akragas”[VD TG]

La squadra dei Templi, dopo il no della Figc ad una ulteriore proroga per giocare allo Stadio Esseneto, dovrà giocare le gare casalinghe al “De Simone” di Siracusa. Esplode la rabbia dei tifosi che chiedono il rimborso degli abbonamenti: “In tre anni non è stato fatto niente”. Intanto, mentre il presidente onorario Giavarini scrive la lettera di congedo da Agrigento la questione Stadio diventa un caso politico. 

Che Agrigento sia la terra dei paradossi, delle contraddizioni, o come si dice da quelle parti “la terra di Pirandello”, è sotto gli occhi di tutti: contraddizioni che, in questo caso, si manifestano anche a livello sportivo. L’Akragas, squadra di calcio della Città dei Templi, è stata l’unica società che ha potuto beneficiare – negli ultimi due anni – della sponsorizzazione dell’Enel , il colosso dell’energia, che mai ha investito nel mondo del calcio. Oggi, però, l’Akragas deve rinunciare al proprio stadio ed emigrare a Siracusa, dove giocherà le prossime partite casalinghe, proprio perché manca la luce.

La società dei Templi doveva realizzare l’impianto di illuminazione già tre anni fa, alla prima promozione in Lega Pro. Un continuo rinvio, di anno in anno, ha però logorato questa vicenda e, adesso, i nodi vengono al pettine. La Figc, infatti, ha negato per il terzo anno consecutivo la deroga allo Stadio Esseneto che, proprio a partire dalla prossima giornata, resterà chiuso. Come spesso avviene in questi casi si è già alla ricerca di cause e responsabili nel consueto gioco dello scarica barile.  Ma la parte lesa, alla fine, sono sempre i tifosi che, adesso, per seguire la squadra del cuore giocare in casa dovranno, di fatto, spostarsi di centinaia di chilometri.  Il caso Esseneto, come si diceva, è divenuto un caso politico: la scorsa estate il consiglio comunale di Agrigento approvò una convenzione – mai in realtà entrata in vigore – in cui si concedeva la gestione dell’impianto per 9 anni all’Akragas: attualmente, infatti, è il Comune che paga spese e bollette riguardanti l’Esseneto. In tal senso è intervenuto anche il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, a margine di una conferenza stampa convocata appositamente per discutere della “vicenda Akragas”.

“Siamo con una comunicazione di inizio dei lavori nell’agosto di quest’anno ed è ancora a piedi perché i tempi di esecuzione ci sono ancora tutti. E’ evidente che farlo ora sarebbe fuori dalle regole e un andare contro la società in maniera gratuita nel momento in cui si dice che ci siano trattative in corso. Ma siccome l’Akragas è patrimonio della nostra città è evidente che siamo qui a voler ragionare con la dirigenza perché evidentemente se dovesse venir meno questo impegno conclamato anche per iscritto (dopo la convenzione) il Comune può realizzarlo in proprio, modificando la convenzione, ed entro novembre cambiare il bilancio inserendo l’opera nel piano delle opere pubbliche.” 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Politica, Sport, Video0 Comments

Aida Yespica, nude look nella casa del Grande Fratello Vip [FOTO]

La showgirl sudamericana in abiti succinti durante la diretta del lunedì (FONTE: Grande Fratello Vip – Mediaset)

Postato in Dall'Italia, Eventi, Gossip, In evidenza, Spettacolo0 Comments

Usura tra Modica e Scicli: tre arresti nell’operazione “Donne d’affari” [VIDEO]

Donne usuraie, con un giro di affari di 100 mila euro. I carabinieri di Modica, guidati dal capitano Francesco Ferrante, hanno arrestato tre persone per i reati di usura aggravata, esercizio abusivo di attività finanziaria e minaccia aggravata. In manette sono finite Eleonora Brafa, 40 anni, e la mamma Giovanna Imbergamo, 62 anni, di Modica e Maria Concetta Neri, 57 anni, di Scicli. 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri sono più di venti le vittime delle tre donne. L’inchiesta “Donne d’affari”, coordinata dal pm Valentina Botti, è partita nel giugno 2016 a seguito del suicidio di Guglielmo Delibera, ex direttore delle Poste di Scicli, trovato impiccato nella sua casa di Marina di Modica. Vennero accertati numerosi contatti dell’uomo con una delle donne, Neri. Sfruttando lo stato di bisogno di agricoltori, commercianti, artigiani, casalinghe, le arrestate si sono presentate come punto di riferimento, pretendendo un tasso di interesse oscillante tra il 20 e il 60%. Per gestire i loro affari e per convincere le vittime ad onorare i debiti, le tre donne non esitavano a ricorrere a pesanti minacce facendo riferimento anche all’intervento di “amici di Catania”, ricordando che “dietro le donne ci sono gli uomini”.

Sequestrati assegni, cambiali, copie di contratti di prestiti, ricevute di pagamento, le tre non concedevano solo prestiti usurari ‘tradizionali’, ma, come emerso anche nel corso dei dialoghi intercettati, svolgevano pure un’attività di mediazione creditizia e quindi finanziaria illecita. In particolare il meccanismo attuato verteva nel procacciare clienti da condurre ad alcune finanziarie da loro prescelte, per far sì che ottenessero dei prestiti che le vittime non potevano regolarmente ottenere in quanto già protestate o considerate “cattivi pagatori”. In cambio per aver fatto ottenere loro il prestito, ricevevano esosi compensi in denaro corrisposti a tasso usuraio.

Le vittime dunque, corrispondevano una percentuale

In denaro per il solo fatto di aver ottenuto il prestito, somma che aumentava il costo del prestito. E’ emerso ancora che per portare a buon fine le pratiche dei finanziamenti, mantenevano contatti con alcuni impiegati di fiducia presso le finanziarie che ricompensavano.

Gli impiegati infatti riuscivano per brevi periodi, ad “oscurare” le posizioni creditizie delle vittime in modo che non venissero messe in evidenza il loro stato debitorio. 

Postato in Cronaca, In evidenza, RAGUSA, Video0 Comments

FAVARA – All’Ambrosini un Open day sul Pof

A Favara, venerdì prossimo, 29 settembre, all’Istituto Alberghiero Ambrosini, in via Guevara, dalle ore 16 in poi, si svolgerà un “open day” rivolto alle famiglie degli studenti delle prime classi al fine di renderle partecipi della costruzione del Pof, il Piano dell’offerta formativa. I genitori conosceranno i docenti e il funzionamento della scuola, e a loro sarà offerta la possibilità di proporre iniziative nel merito dell’offerta formativa. La preside dell’Ambrosini, Milena Siracusa, afferma: “Il tema dell’accoglienza e dell’appartenenza sono da noi ritenuti elementi fondamentali per la costruzione di relazioni autenticamente collaborative tra i diversi attori della vita scolastica. Tutti dobbiamo sentire la nostra scuola come una casa comune, come il laboratorio dell’educazione, della formazione, dell’istruzione: una casa-laboratorio, appunto, dove ognuno ha un compito preciso, che si traduce nell’elaborazione e realizzazione di positivi progetti, finalizzati al bene dei giovani”.

allievi-alberghiero1

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Identificato autore violenta aggressione in via Cicerone

Ad Agrigento i Carabinieri hanno identificato l’uomo che lo scorso 20 settembre ha violentemente picchiato un commerciante agrigentino di 35 anni in via Cicerone, costringendolo al ricovero in ospedale per un trauma cranico e una prognosi di 10 giorni. Si tratta di un immigrato dalla Nigeria di 25 anni. L’africano è stato denunciato a piede libero. Risponderà di tentata rapina, lesioni personali e danneggiamento.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

PORTO EMPEDOCLE – Convenzione tra il Lions Club Chiaramonte e l’Istituto Livatino per il progetto Biblioteche Innovative

Il Lions Club Agrigento Chiaramonte ha firmato con l’Istituto scolastico “Rosario Livatino” di Porto Empedocle una convenzione per l’attuazione del progetto “Biblioteche scolastiche innovative”, proposta dal Ministero dell’Istruzione per l’allestimento di strutture negli istituti innovative, concepite come centri di informazione e documentazione, anche in ambito digitale. Il progetto è finalizzato all’attivazione di un laboratorio multi-disciplinare per condividere saperi ed esperienze creative multimediali. In tale ambito, il Lions Club Agrigento Chiaramonte contribuirà a creare, all’interno dell’Istituto “Livatino”, un ambiente di apprendimento atto a promuovere l’educazione alla lettura ed alla lettura delle informazioni provenienti dal web. Inoltre il Club, oltre a donare dei libri per arricchire la biblioteca, proporrà numerosi incontri, iniziative ed attività di Service rivolte ai giovani alunni. Soddisfazione è stata espressa in occasione della firma della convenzione dal Presidente del Lions Club Agrigento Chiaramonte, dottor Enrico Fiorella, dal Dirigente Scolastico, professor Claudio Argento, e dalla professoressa Fabiola Seddio, Animatore Digitale e responsabile del progetto per l’Istituto Comprensivo “Livatino”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Cultura, Eventi, In evidenza0 Comments

REGIONALI 2017 – Cancelleri sfida Musumeci sulle “liste pulite”: “Facciamo un confronto pubblico”

Giancarlo Cancelleri, candidato del M5s alla Presidenza della Regione, sfida l’avversario politico del centrodestra Nello Musumeci sulle “liste pulite”. Lo fa pubblicando un video sul blog di Beppe Grillo.

“Mancano meno di due settimane alla presentazione delle liste che deve avvenire il 5 di ottobre – dice Cancelleri -. L’unico MoVimento che ha selezionato i propri candidati attraverso la presentazione dei casellari giudiziari e dei carichi pendenti è il MoVimento 5 Stelle, di tutti gli altri non abbiamo notizie. Io però vedo Nello Musumeci che parla sempre delle sue liste pulite. Quali sono le sue liste pulite? Chi sono i suoi candidati”.

“Nello Musumeci io ti chiedo un confronto sulla qualità e la pulizia di quelle liste che tu tanto vai decantando in giro – prosegue il candidato del M5s -. E confrontiamoci anche sui programmi visto che un programma fino ad oggi mi pare che tu non lo abbia. Non ho sentito neanche un’idea portata in giro per risolvere i problemi dei siciliani. Sono i cittadini che ci stanno chiedendo un confronto”.

“Di te in questo momento conosciamo soltanto come avete governato negli ultimi 20 anni. Avete umiliato e spolpato questa regione. Con gli assessori di Lombardo, gli assessori di Cuffaro, che oggi siedono al tuo fianco e che propongono il governo, il tuo governo. E allora io ti chiedo un confronto pubblico e te lo chiedono tutti i cittadini. Dimmi solo dove e quando, e io apparirò”.

Postato in In evidenza, Politica0 Comments

SERIE C – L’Akragas gioca il derby con il Siracusa in casa degli aretusei

L’Akragas ha perso il suo Tempio. Cresce la rabbia tra i tifosi dell’Akragas dopo che, come ormai si temeva, è stato ufficializzato che il derby tra Akragas e Siracusa si giocherà sabato alle 16,30 al De Simone del capoluogo aretuseo.

L’Akragas, che sulla carta gioca in casa, ha anche diffuso le tariffe per acquistare i tagliandi, con i tifosi agrigentini che saranno messi nel settore ospiti. Un paradosso che naturalmente sta facendo molto discutere in città.

La Lega infatti non ha concesso per il terzo anno una deroga per l’utilizzo dello stadio Essenrto che, come è noto, non è dotato di un impianto di illuminazione.

Una vicenda intricatissima dove, soprattutto, è emersa la mancanza di programmazione della società agrigentina che, fino allo scorso anno, ironia della sorte, aveva come main sponsor l’Enel.

Eppure per ottenere anche la gestione dello stadio Esseneto dal Comune, attraverso una convenzione, l’Akragas calcio aveva anche dichiarato l’inizio dei lavori per la realizzazione delle quattro torri faro. Delle quali però non vi è alcuna traccia. Il progetto resta così chiuso nei cassetti del club.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, SIRACUSA, Sport0 Comments

CANICATTI’ – Il Pd chiede la testa del vicesindaco che sui social sostiene Musumeci

Tommaso Vergopia, assessore al bilancio e vicesindaco di Canicattì, città di 36 mila abitanti in provincia di Agrigento, sosterrebbe la candidatura a presidente della Regione siciliana di Nello Musumeci (centrodestra). Il Pd locale (partito di maggioranza relativa al Comune), attraverso il suo segretario Gaetano Vella, chiede al sindaco Ettore Di Ventura di revocare le deleghe a Vergopia, perché, dice Vella, immagini postate dall’amministratore sui social «dimostrano la sua chiara adesione al progetto politico del movimento guidato dall’ex deputato regionale dell’Udc Giusy Savarino», ora con Musumeci e probabile candidata nel listino.
Vergopia in giunta era espressione di Giovanni ‘Robertò Di Mauro, ex deputato regionale dell’Mpa di Raffaele Lombardo.

Revoca incarico di Assessore Comunale e di Vice Sindaco.

Si informa che con Determinazione Sindacale n°. 106 del 27 settembre è stato revocato, con effetto immediato, l’incarico di Assessore e di Vice Sindaco al dr. Tommaso Vergopia.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

CASTELVETRANO – Scossa di terremoto 2.6, la gente si precipita in strada

Un terremoto di magnitudo 2.6 si è verificato questa mattina alle 7.13 a Castelvetrano ed è stato avvertito dalla popolazione, in particolare nei piani alti. Alcune persone si sono precipitate in strada. Il sisma, registrato dagli strumenti dell’Ingv, è avvenuto a una profondità di cinque chilometri e a sette chilometri a nord ovest di Castelvetrano. Non sono stati segnalati danni.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98