Tag Archive | "neve"

Momentaneamente interrotta la SP n. 25 Soria-Mussomeli causa neve


Nevicata ancora in corso nella zona di Cammarata, con neve che supera in alcuni tratti anche i 30 centimetri, e mezzi e personale stradale del Libero Consorzio ancora all’opera lungo la n. 24-B San Giovanni Gemini-Santo Stefano di Quisquina, la SP n. 26-A Cammarata-Castronovo di Sicilia e le altre provinciali e consortili della zona. Sulla SP n. 25 Soria-Mussomeli invece la neve rende impossibile il transito a partire dal bivio dell’agriturismo Casalicchio verso il comune del Nisseno, e la strada è stata momentaneamente chiusa. Solo nel pomeriggio sarà possibile iniziare le operazioni di sgombero della carreggiata.

Il previsto peggioramento delle condizioni meteo rende comunque difficile il lavoro di tecnici e cantonieri del Settore Infrastrutture Stradali a causa degli scarsi mezzi a disposizione.

Postato in AGRIGENTO, CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

MALTEMPO – Neve in Sicilia, un morto sulle Madonie: scuole chiuse fino a martedì


La neve ha continuato a cadere su gran parte della Sicilia. Strade bloccate, soprattutto sulle Madonie, dove si registra anche una vittima: Antonio Macaluso, 78 anni, custode della chiesa di Loreto Petralia Soprana è morto mentre stava portando del cibo caldo alla sorella.

L’anziano si è accasciato mentre percorreva le strade innevate del borgo nelle Madonie, perdendo i sensi e morendo sul colpo. E’stato soccorso e portato in casa per cercarlo di scaldarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Il medico di guardia e gli operatori del 118 arrivati in soccorso, hanno potuto solo constatare il decesso.

Intanto, i sindaci dei comuni di Gangi, Geraci Siculo, Petralia Sottana e Soprana, Blufi, Castellana Sicula, Polizzi Generosa, Caltavuturo, Collesano, Isnello e Caccamo, nel palermitano, hanno emesso ordinanze di chiusura delle scuole fino a martedì.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMOCommenti (0)

Racalmuto si risveglia sotto una coltre di neve


Un silenzio surreale avvolge Racalmuto sotto una coltre di neve, anche questo sabato, per il secondo giorno consecutivo. Lo scenario non migliora, e come nelle previsioni, neve per le strade e sui tetti delle abitazioni , poche le macchine in circolazione, inpreparati a sfidare le avversità del caso. Quasi tutti bloccati a casa e impossibilitati a recarsi presso i posti di lavoro. Già ieri il Sindaco di Racalmuto ha emesso un’ordinanza per la chiusura di tutte le scuole. 

Il consiglio, categorico, delle forze dell’ordine è di “restare a casa e di uscire solo se strettamente necessario”. Decine di automobilisti sono rimasti bloccati per 11 ore al confine fra l’Agrigentino e il Nisseno.
Fra Canicattì, Racalmuto e Grotte sono gravi i disagi. A tendere ai cittadini una mano d’aiuto ci sono i vigili del fuoco di Agrigento e dei vari distaccamenti che, in queste ore, dopo aver liberato le auto rimaste bloccate a Canicattì e Racalmuto, stanno cercando di aiutare due famiglie che, in contrada Montagna a Canicattì, sono isolate.In molti casi, i residenti – a causa del ghiaccio – non riescono nemmeno ad uscire da casa. Catene rigorosamente montante a partire da Canicattì verso Serradifalco e Caltanissetta.

 

 

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, RACALMUTOCommenti (0)

ULTIM’ORA – Prosegue a nevicare: anche domani temperature a picco [FOTO]


L’ondata di maltempo in Sicilia e tutto il centro-sud sembra non voler finire. La perturbazione che sta interessando il nostro Paese proseguirà  infatti nelle prossime ore  con nevicate anche  in pianura, venti forti e temperature polari.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento  della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo che  prevede, a partire dalla serata di oggi, venti di burrasca non solo in tutta la Sicilia, ma anche in  Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria. Sulle stesse regioni, inoltre, sono attese temperature  molto basse, con diffuse gelate, e nevicate sparse fino a  livello del mare, con apporti al suolo da deboli a moderati, ma  localmente abbondanti sui rilievi.

A Racalmuto , fa sapere il Sindaco Emilio Messana tramite un post su Facebook, sono stati  cosparsi in alcuni tratti della circonvallazione circa otto tonnellate di sale per far sciogliere il ghiaccio. Un ringraziamento alla Polizia Municipale e all’ufficio tecnico, che hanno presidiato le vie principali del centro e seguito i lavori(NELLE FOTO). La situazione per la transitabilità rimane critica, e il primo cittadino  raccomanda prudenza.

 

E ancora, il Sindaco rende noto che domani le scuole elementari e medie e l’Istituto Professionale rimarranno chiuse a causa del maltempo. Raccomando la massima cautela e prudenza, uscite di casa solo se strettamente indispensabile.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Come nelle previsioni la Befana porta la neve [FOTO][VIDEO]


Come era accaduto due anni fa, giorno di San Silvestro del 2014, ritorna la neve, questa volta per l’Epifania a Racalmuto. Tutto il paese innevato, in uno scenario quasi surreale dalle nostre parti. Uno spettacolo suggestivo che, coglie quasi tutti impreparati. Strade quasi deserte, tutti a casa a godere dalle finestre l’inusuale bianca tra le strade e sui tetti delle abitazioni. Insomma, immagini che saranno ricordate, ma che intanto, invitano alla massima prudenza, essendo qasi tutti sforniti di catene per le autovetture e quant’altro. Previsioni metereologiche rispettate e temperature sotto lo zero anche nella nostra Racalmuto. 

E’ arrivata l’ondata di gelo da record annunciata e tanto attesa da giorni in Sicilia. In nottata temperature anche a zero gradi in gran parte dell’Isola.

Il freddo e il brusco abbassamento delle temperature causano disagi soprattutto alle isole minori e ai piccoli centri abitati.

Tetti e strade imbiancate al limite dell’impraticabilità dalle prime ore del giorno a Canicattì (Ag) a cavallo delle province di Agrigento e Caltanissetta. La neve caduta a fiocchi già da dopo la mezzanotte si è accumulata rendendo difficoltosa la circolazione soprattutto in alcuni tratti della SS 640 Porto Empedocle-Caltanissetta che sono ghiacciati

A secondo delle condizioni meteorologiche il Cas adotterà i provvedimenti del caso e comunque, fin da adesso invita in una nota gli gli utenti a percorrere le autostrade solo per evidenti necessità, di portare a bordo del veicolo le catene da neve, le bevande in caso di trasporto bambini e in tutti i casi circolare a velocità ridotta.

I mezzi del libero consorzio di Agrigento stanno intervenendo sulla Strada provinciale n 24 Cammarata Santo Stefano di Quisquina.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenza, VideoCommenti (0)

Freddo e neve a bassa quota, bufera sull’Etna


Temperature in forte calo al Sud, il brusco abbassamento delle colonnine dei termometri permarrà per le prossime 48 ore. Bufera sull’Etna, neve anche a bassa quota e freddo nei centri abitati.

Il quadro meteorologico è fortemente mutato rispetto alla settimana di Natale quando le foto delle spiagge affollate e dei turisti in costume hanno fatto il giro d’Europa.

L’aria fredda causata dall’anticiclone del nord soffia soprattutto su Balcani, Egeo e versante Adriatico-Ionico. Secondo gli esperti l’Italia è divisa meteorologicamente in due. “Nelle prossime ore variabilità al Sud e medio adriatico con dei fenomeni irregolari anche nevosi a quote basse (fino a 3-400m) – spiega 3b Meteo – Le regioni più interessate sono Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, dorsale campana, Calabria e Sicilia settendrionale. Più stabile e soleggiato altrove, seppur con clima freddo durante le ore notturne. Temperature in ulteriore calo, specie al Sud e versanti orientali. Venti con raffiche di oltre 60-70km/h di grecale”.

Una situazione che durerà per le prossime 48 ore e che a Capodanno dovrebbe migliorare. “Venerdì l’aria fredda soffierà ancora sull’Italia con possibilità di fenomeni sull’estremo Sud con fiocchi di neve in collina – continuano i metereologi – Nel weekend di Capodanno pressione in aumento e condizioni meteo più stabili e soleggiate quasi ovunque, salvo isolati piovaschi. Temperature in lieve ripresa, nelle medie. Per il 2 gennaio probabile veloce passaggio di perturbazione con maggiori effetti al Centrosud, specie tirreniche. Evoluzione da confermare”.

Stamattina il forte vento e il mare mosso hanno fermato la motonave Antonello da Messina della Siremar che ogni giorno collega Palermo con l’isola di Ustica.

Le Eolie sono isolate a causa delle forti raffiche di vento proveniente da tramontana che ha anche raggiunto i 50 chilometri. Le mareggiate soprattutto nelle borgate di Acquacalda e Canneto a Lipari, hanno invaso le strade. Soprattutto nella zona di San Gaetano dove di recente si sono spesi 2 milioni di euro per proteggere con una barriera di massi le case, ma senza risultati. Lungo le strade sono finite sabbia e terriccio e diverse barche sono state danneggiate. Per il mare forza 6-7 non hanno viaggiato aliscafi e traghetti. A complicare le cose anche un guasto del dissalatore e i serbatoi sono senz’acqua. A Lipari l’unica zona dove viene erogata è Quattropani che dispone di una riserva idrica.

Postato in Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SANTA NINFA – Agrigentino muore mentre aspetta che la strada torni transitabile


Muore mentre attende che venga liberata l’autostrada bloccata dalla neve. E’ successo la notte di Capodanno.

S.P 66 anni di Agrigento era fermo all’interno del suo furgone bianco all’inizio delle gallerie di Santa Ninfa direzione Mazara, sull’autostrada A 29. In quel tratto si era formata una lunga coda di veicoli, compreso alcuni autobus di linea, impossibilitati ad impegnare la salita molto rapida per la presenza del fondo ghiacciato.

Erano le 19,30, mentre era già iniziato il lavoro dei mezzi dell’Anas impegnati a gettare il sale nelle due mezzerie. Per fare defluire i veicoli sono stati utilizzati gli svincoli di Salemi e Santa Ninfa. Sono stati gli agenti della Polizia Stradale a notare che l’uomo aveva il capo reclinato sullo sterzo del suo mezzo. A prima vista sembrava che l’autista si fosse appisolato ma purtroppo non era così. Gli agenti, sotto le direttive del Comandante provinciale Nicola D’Angelo,hanno capito che l’uomo era stato colto da malore ed hanno allertato il 118 che è arrivato da Castelvetrano. Non potendo raggiungere con l’ambulanza il furgone,il personale medico ha dovuto percorrere un bel tratto di tratto di strada a piedi con la barella per soccorrere l’uomo che però era deceduto molto probabilmente per un infarto.

Postato in CronacaCommenti (0)

RACALMUTO – Ecco come si è svegliato il paese stamani [VIDEO]


La neve, certamente non ha risparmiato il paese di Racalmuto. Ecco lo scenario che si è presentato agli occhi dei cittadini stamani. Seguiranno ampi servizi nei nostri telegiornali.

“Una task force di volontari, medici e assistenti sociali nelle città siciliane che giri per le strade offrendo assistenza gratuita e cure ai soggetti a rischio o a chi ne faccia richiesta”. E’ questa la proposta avanzata dal segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi al presidente della Regione siciliana e a tutti i sindaci dell’Isola per fronteggiare l’ondata di gelo.

Secondo Tanasi, inoltre, è “indispensabile un provvedimento che garantisca l’apertura di metropolitane, stazioni ferroviarie e punti di ritrovo dove le categorie deboli possano trovare sollievo, riparo e calore anche durante la notte”.

Agrigento si risveglia imbiancata. Le previsioni del tempo, che soltanto alcuni giorni fa annunciavano bassissime temperature per il giorno di capodanno, sono state rispettate. L’Anas ha interrotto la circolazione sulla SS640 Agrigento-Caltanissetta per una bufera di neve. Nel tardo pomeriggio di ieri, invece, erano state chiuse la SS624 “Palermo-Sciacca” e la SS189 “Palermo-Agrigento” per via della neve che aveva invaso la carreggiata.

Nel corso della notte, poi, il traffico è stato riaperto, anche grazie all’intervento dei mezzi spazzaneve e spargisale, entrati in azione in diverse zone della Sicilia, soprattutto nella Palermo-Agrigento nel tratto tra il Motel San Pietro e il bivio di Lercara Friddi.

Intanto la città di Agrigento si è svegliata stamani con strade e campi coperti di neve. Imbiancati anche i tetti e le strade di Bivona, Cammarata, Racalmuto, Aragona e Favara.

Postato in Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

SICILIA – Maltempo per tutta la settimana , tanta pioggia e freddo


Prosegue il maltempo in Sicilia per tutta la settimana con tanta pioggia e freddo. Nella Sicilia centrale e nell’agrigentino, copertura estesa e precipitazioni già dal primo mattino accompagnate da venti tesi inizialmente da sud, tendenti però a ruotare da nord ovest dal pomeriggio. Temperature in calo dalla serata con minime vicine  allo zero anche in pianura. Nevicate interesseranno le zone montuose dell’ennese e del nisseno a quote oltre i 950 metri.

 

Postato in CronacaCommenti (0)


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98